Binocoli con prismi di Porro o a tetto: quale scegliere?

Quando andremo ad acquistare un binocolo, dobbiamo sapere che non hanno tutti uno stesso sistema ottico. Quindi, per chi si avvicina ai binocoli per la prima volta non saprà cero la differenza tra prismi a porro e prismi a tetto. In questo breve articolo spiegheremo la differenza e per cosa sono consigliati.

Cosa sono i binocoli con prismi di Porro e prismi a tetto?

La differenza tra i binocoli che sono a Porro e quelli con i prismi a tetto sta nel fatto che essi vengono utilizzati con sistemi ottici diversi per raddrizzare le immagini. Questi sistemi ottici, sono appunto quello di Porro ed i prismi a tetto. I prismi di Porro il raggio di luce segue un percorso ad angoli retti. Per cui nei binocoli con prismi di Porro gli obiettivi sono nettamente distanti dagli oculari. Mentre nei prismi a tetto essi seguono un percorso ad angoli acuti somiglianti al tetto di una casa, inoltre, i binocoli con prismi a tetto sono molto più compatti e affusolati.

Differenze tra i due prismi?

I binocoli con prismi a tetto sono molto più popolari dei binocoli con i prismi di Porro. Questo perché la forma e l’aspetto dei due tipi di binocolo è nettamente differente. Il motivo di tale differenza sta nella diversa progettazione e nella diversa forma dei prismi. I prismi di Porro, infatti, presentano una struttura molto più grossa. I binocoli con prismi di Porro hanno il vantaggio di poter produrre un’immagine più plastica. Ma va detto anche che i binocoli con prismi di Porro hanno una messa a fuoco esterna, cosa che non è così per gli altri, perché i prismi a tetto presentano una messa a fuoco elicoidale sul tubo. Per cui, la messa a fuoco dei prismi a tetto viene spesso preferita a quella dei prismi di Porro, questo perché risulta più stabile e meno soggetta ad infiltrazioni di umidità.

Quale scegliere tra i due prismi?

Generalmente non potremo dire che una delle tue tipologie di binocolo è meglio di un’altra. Ma in entrambi i casi ci sono degli esempi di binocoli buoni e binocoli meno buoni. Sia con prismi a tetto che con prismi di Porro. Molto poi dipende da quello che dovremo osservare con il binocolo. Comunque sia, per realizzare un buon binocolo con prismi a tetto questo sarà molto più dispendioso, per cui occorrerà fare molta attenzione e farsi consigliare quando si vuole scegliere un binocolo di fascia economica rispetto a uno di fascia alta.

Consigli

I binocoli di Porro sono dunque quelli più larghi dei binocoli con prisma a tetto, abbiamo detto perché le lenti e i prismi sono spostati l’uno rispetto all’altro. Ma la luce va ad entrare nel binocolo tramite una protuberanza a forma di N. Dunque, i binocoli di Porro sono nettamente più semplici da fabbricare e quindi più economici, ma offrono la percezione più profonda rispetto agli altri, anche se sono molto compatti e hanno la messa a fuoco esterna, per cui è probabile che polvere e acqua si vadano a infiltrare all’interno del visore.

Conclusione

Dunque, per concludere, potremo dire che i prismi che abbiamo appena visto sono sostanzialmente il cuore del binocolo. Per cui, si potrà dire che il cospicuo numero di riflessioni che l’immagine subisce nel loro interno, ha una sommatoria e amplificazione di eventuali difetti. Tali difetti, sono anche ottimi nel complesso proprio per gli stessi, perché molto dipende in larga misura anche quella dell’immagine finale che arriva ai nostri occhi. Per cui, per conoscerli meglio ci dovremo documentare molto, questo può, quindi aiutare, insieme agli altri parametri, a effettuare una scelta più consona alle proprie esigenze e alle proprie personali richieste.

Appassionata della lettura e dell’arte. Amante della scrittura. Scrivo dai periodi delle medie, ma dopo il liceo ho iniziato a perfezionarmi. Ho collaborato con qualche casa editrice, due pubblicazioni certificate e molte altre in self.  Da sempre ho creduto nella passione per la scrittura degli articoli. Sono felice di poter scrivere articoli su più temi.

Back to top
menu
binocolitelescopieottica.it